Sindrome metabolica, conosciamola meglio

Ragadi anali, come favorire la guarigione - Casa di Cura Villa Mafalda di Roma
Ragadi anali: come favorire la guarigione
22 settembre 2017
Capsulite adesiva della spalla, non una generica infiammazione - Casa di Cura Villa Mafalda di Roma
Capsulite adesiva della spalla: non una generica infiammazione
28 settembre 2017
Sindrome metabolica, conosciamola meglio - Casa di Cura Villa Mafalda di Roma

Sindrome metabolica, conosciamola meglio - Casa di Cura Villa Mafalda di RomaChi ha la Sindrome metabolica ha un rischio 5 volte maggiore di sviluppare il diabete e 2 volte di andare incontro a patologie cardiovascolari, ma non tutti sanno esattamente di cosa si tratta.

Parliamo di Sindrome metabolica quando uno stesso soggetto manifesta delle condizioni che concorrono ad aumentare il rischio d’insorgenza di malattie sistemiche quali il diabete, nonché quelle cardio/cerebrovascolari.

In particolare, devono presentarsi almeno 3 dei seguenti parametri:

  • Sovrappeso ed obesità viscerale. Essere in sovrappeso e soprattutto avere un’eccessiva quantità di grasso viscerale, ossia a livello addominale, predispone alla Sindrome. Il soggetto presenta una circonferenza maggiore di 88 cm (per le donne) e 102 cm (per gli uomini)
  • Livelli elevati di colesterolo e trigliceridi. In particolare, Colesterolo totale maggiore di 200 mg/dl con concentrazioni di LDL superiori a 100 mg/dl; valori dei trigliceridi maggiori di 150 mg/dl
  • Basse concentrazioni di HDL. Valori del cosiddetto colesterolo buono inferiori a 50 mg/dl (per le donne) e 40 mg/dl (per gli uomini)
  • Ipertensione. Valori pressori superiori a 140/85 mmHg
  • Insulino-resistenza e iperglicemia. Valori di glicemia (a digiuno) maggiori di 100 mg/dl. L’insulina è un ormone, la cui funzione è quella di regolare gli zuccheri nell’organismo. L’insulino-resistenza porta all’iperglicemia e, quindi, al diabete.
  • Iperuricemia. I soggetti diabetici possono presentare livelli alti di acido urico

FATTORI DI RISCHIO

Vi sono, quindi, alcuni fattori che favoriscono lo sviluppo della Sindrome metabolica:

  • Età. Con l’avanzare degli anni aumenta proporzionalmente anche il rischio d’insorgenza della Sindrome
  • Predisposizione genetica
  • Sedentarietà e sovrappeso
  • Diabete

PREVENZIONE DELLA SINDROME METABOLICA

È possibile prevenire la Sindrome metabolica prestando attenzione ai fattori di rischio di cui abbiamo appena parlato, quali:

  • PESO. Mantenere il peso nella norma, tenendo sotto controllo la propria circonferenza, che non dovrebbe superare gli 88 cm per le donne (sarebbe consigliabile al di sotto degli 80 cm) e 102 cm per gli uomini (meglio inferiore ai 94 cm)
  • ATTIVITÀ FISICA. È importante svolgere un’attività fisica leggera ma regolare
  • ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA. È bene assumere molta frutta e verdura, evitando o limitando bevande ed alimenti ricchi di zuccheri e/o grassi e quindi troppo calorici
  • CONTROLLI REGOLARI. È fondamentale controllare in maniera periodica e regolare i valori di: pressione arteriosa, colesterolo, trigliceridi, glicemia e uricemia

 

Per ulteriori informazioni, presso la Casa di Cura Privata “Villa Mafalda” di Roma sono presenti i Reparti di Cardiologia, Diabetologia, Dietologia ed Endocrinologia

 

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi