Bruxismo: non solo una questione di stress

Malattia parodontale, trattamento chirurgico - Casa di Cura Villa Mafalda di Roma
Malattia parodontale: trattamento chirurgico
5 ottobre 2017
Odontofobia, come superare la paura del dentista - Casa di Cura Villa Mafalda di Roma
Odontofobia: come superare la paura del dentista
20 ottobre 2017
Bruxismo, non solo una questione di stress - Casa di Cura Villa Mafalda di Roma

Bruxismo, non solo una questione di stress - Casa di Cura Villa Mafalda di RomaSi tende a pensare che il bruxismo sia associato solamente a stress ed ansia. Al contrario, diversi sono i fattori che possono intervenire nella sua comparsa. Una visita dal dentista rappresenta comunque il primo passo per poter evitare l’usura dei denti e non solo.

Il bruxismo è un disturbo caratterizzato dalla contrazione involontaria dei muscoli masticatori. Chi ne soffre è portato a digrignare i denti, serrando le mascelle con forza o sfregando l’arcata inferiore contro quella superiore. Questo continuo movimento muscolare e mascellare viene definito “parafunzione”, in quanto non è finalizzato ad uno scopo.

Generalmente si manifesta di notte e, data la sua connotazione rumorosa, il primo a rendersene conto è proprio la persona con cui si dorme. Tuttavia, chi ha questo problema tende a serrare i denti anche di giorno, soprattutto quando è teso o molto concentrato.

CAUSE

Diversi sono i fattori che possono favorire il bruxismo:

  • Ansia
  • Stress
  • Depressione
  • Difetti di occlusione
  • Disturbi del sonno
  • Problemi a livello emotivo e psicologico
  • Elevata sensibilità allo stress psico-sociale
  • Assunzione di determinati farmaci antidepressivi e antipsicotici

Vi sono poi altri fattori che possono incrementare il disturbo e che, quindi, andrebbero evitati:

  • Fumo
  • Consumo eccessivo di caffeina
  • Abuso di alcool
  • Utilizzo di droghe

SINTOMI ED EFFETTI DEL BRUXISMO

Digrignare continuamente i denti può avere molti effetti negativi non solo sui denti, provocando sintomi, quali:

  • Mal di testa, che può essere associato anche a dolore dei muscoli di testa, collo e spalle
  • Fitte dolorose al nervo trigemino e all’articolazione temporo-mandibolare
  • Rumori articolari quando si sbadiglia o si apre la bocca
  • Dolore alla mandibola ed ai muscoli masticatori, in particolare al risveglio, che può irradiarsi anche alle orecchie
  • Lesioni e conseguente usura dei denti
  • Aumento della sensibilità dei denti dovuto all’assottigliamento dello strato di smalto
  • Scarsa qualità del sonno
  • Movimento mandibolare limitato e possibili disfunzioni dell’articolazione

DIAGNOSI

Il bruxismo può essere diagnosticato mediante una normale visita odontoiatrica. Lo specialista potrebbe richiedere ulteriori esami strumentali per poter meglio valutare: l’articolazione temporo-mandibolare; la presenza di eventuali deviazioni o spostamenti; movimenti atipici dei muscoli masticatori.

In particolare:

  • Ortopanoramica. Si tratta di una radiografia che permette di individuare malocclusioni delle arcate dentarie e punti anomali di contatto dei denti
  • Polisonnografia. È un esame assai importante per poter analizzare l’andamento del riposo notturno. Consente, infatti, di rilevare le modificazioni cardiovascolari e neurofisiologiche che sono associate alla Sindrome delle Apnee Notturne

TRATTAMENTO

L’obiettivo del trattamento del bruxismo è essenzialmente la protezione dei denti e la prevenzione dei disturbi cardio-vascolari associati alla cattiva qualità del sonno.

Per proteggere la salute dei denti ed eliminare il dolore viene innanzitutto consigliato l’utilizzo del bite. Si tratta di una sorta di paradenti, realizzato su misura e da indossare durante il riposo notturno, che impedisce lo sfregamento, evitando ulteriori danni.

Una volta individuati i possibili difetti associati al disturbo, si procederà con le cure dentali adeguate al caso, che mirano a:

  • Correggere la malocclusione
  • Ridurre eventuali punti di contatto anomali
  • Riallineare le arcate dentarie

Le tecniche di rilassamento muscolare e di biofeedback possono risultare efficaci se si soffre di bruxismo.
Nel caso il disturbo sia di natura nervosa o ansiogena, è bene dedicarsi ad attività rilassanti, ma anche praticare yoga o la respirazione profonda. Ritagliare del tempo per se stessi può alleviare ansia e stress, diminuendo gli effetti del disturbo.

 

Per maggiori informazioni, presso la Casa di Cura Privata “Villa Mafalda” di Roma è presente il Reparto di Odontoiatria

 

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi