Mammografia e Diagnostica Senologica

Il carcinoma della mammella è il tumore di più frequente riscontro nel sesso femminile: circa 1 donna su 13 è a rischio di sviluppare un carcinoma mammario, nel corso della propria vita. Tuttora rappresenta la prima causa di morte nella fascia di età compresa tra i 35 ed i 55 anni.

La diagnosi precoce rappresenta l’unica arma in nostro possesso per monitorizzare lo stato di salute della mammella e incidere così sul rischio di mortalità dovuto a tale patologia.

La Mammografia ha un ruolo primario e fondamentale nella diagnosi precoce dei tumori della mammella poiché è in grado di evidenziare anche minimi cambiamenti strutturali e lesioni di dimensioni molto piccole, non ancora apprezzabili palpatoriamente.

Le attuali linee-guida, dettate dalle più accreditate strutture sanitarie internazionali, raccomandano di sottoporsi ogni anno allo studio mammografico a partire dall’età di 40 anni.

Il mammografo digitale diretto, disponibile presso la Casa di Cura Villa Mafalda, consente di ridurre di circa il 30% la normale dose di radiazioni, ottenendo al tempo stesso immagini di altissima qualità, indispensabili per individuare anche lesioni tumorali di piccolissime dimensioni. Inoltre, la minor compressione richiesta per la tecnica digitale diretta, aumenta significativamente il comfort della paziente, soprattutto in casi di portatrici di protesi, solitamente più difficili da valutare con un mammografo analogico.

Qualora l’esame dovesse rivelare una lesione “dubbia”, ai fini di una diagnosi tempestiva, è possibile ricorrere ad ulteriori indagini come la caratterizzazione cito/istologica (biopsia) eco guidata, effettuata dalla nostra senologa, Dott.ssa Chiara Pistolese, Specialista in Radiologia e Radiologia Interventistica Senologica presso il Policlinico Tor Vergata.

Purtroppo non esiste una vera e propria prevenzione per questo tipo di tumore. Per questo motivo sottolineiamo la assoluta importanza della mammografia. Solo la diagnosi precoce è oggi in grado di ridurre drasticamente la mortalità per questo tipo di malattia. Oggi, grazie ai progressi nella diagnosi precoce, le probabilità di cura sono realmente aumentate.

IMG_1857 censura

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi