De Vita Roy -

De Vita Roy

Roy de Vita è fra i più conosciuti chirurghi plastici italiani. Primario della Divisione di Chirurgia Plastica dell’Istituto dei Tumori di Roma Regina Elena, ha una casistica operatoria personale di oltre 10 mila interventi chirurgici eseguiti da primo operatore. Subito dopo aver conseguito la laurea ha cominciato ad approfondire la sua preparazione con numerosi soggiorni in Italia ed all’estero presso i più importanti centri della specialità.

Nel 1982 per un anno ha seguito, partecipando attivamente alle attività di Sala operatoria, Reparto ed Ambulatori , il lavoro del prof. Giorgio Sulsenti, otorinolaringoiatra di fama mondiale, mirando i propri interessi allo studio della chirurgia funzionale ed estetica del naso.

Poi nel 1985-1986, mettendosi in congedo per aggiornamento professionale, dopo aver conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione nel Regno Unito, prende servizio presso il Queen Victoria Hospital di East Greansted, uno dei più prestigiosi Centri di Chirurgia Plastica del mondo.

Fondato da uno dei padri della Specialità, Sir Archibald McIndoe, il Queen Victoria Hospital ha rappresentato il passaggio di formazione di molti tra i più importanti chirurghi plastici provenienti dagli Stati Uniti e da vari paesi europei. Nel periodo nel quale presta servizio in Inghilterra, oltre a svolgere le regolari attività di Sala operatoria, Reparto ed Ambulatori, lavora anche presso il Centro Ustioni dell’Ospedale. Nello stesso periodo garantisce inoltre le attività chirurgiche ed ambulatoriali del Brighton General Hospital dl Brighton, del Kent and Sussex Hospital di Canterbury e del Saint Bart’ Hospital di Rochester, affiliati al Queen Victoria Hospital.

Alla fine del 1986 si trasferisce presso la Cattedra di Chirurgia Plastica della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma.

Dal 1986 al 1992 è con Gianfranco Fegiz, Chirurgo Generale di fama mondiale e dalle capacità indiscusse, partecipando attivamente alle attività di Sala operatoria, Reparto ed Ambulatorio, al fine di arricchire la propria preparazione tecnico-scientifica con le conoscenze di Chirurgia Generale, specialità madre delle chirurgie specialistiche, e comincia anche una fattiva collaborazione con il prof. Fegiz nella Chirurgia Ricostruttiva della Mammella.

Continua comunque con regolarità a frequentare i Reparti di ultra specializzazione più importanti del mondo: a Parigi dal prof. Illouz per la liposuzione, negli USA ad Atlanta, prima dal prof. Bostwick e poi dal prof. Nahai rispettivamente per la chirugia ricostruttiva ed estetica della mammella e del volto, sempre negli USA a Palo Alto dal prof Brent per la chirurgia dell’orecchio.

Nel giugno del 2002, vincitore di Concorso nazionale per titoli ed esami, viene chiamato a ricoprire il ruolo di Primario della Divisione di Chirurgia Plastica dell’Istituto dei Tumori di Roma “Regina Elena”. Attualmente e’ anche fra i componenti del Consiglio Superiore di Sanità, massimo organismo consultivo del Ministro della Sanità, in qualità di esperto per la disciplina Chirurgia Plastica .

de Vita si e’ imposto al grande pubblico, avviando una campagna divulgativa sulle problematiche della chirurgia plastica e ricostruttiva, utilizzando i canali informativi classici come la televisione ed i magazines. Spesso ospite a “Porta a Porta”, a “Uno Mattina”, a “Check-up”, all'”Italia sul Due”, a”Verissimo” per la prima volta in Italia ha portato sul piccolo schermo la fenomenologia della chirurgia plastica effettuando anche il primo intervento chirurgico in diretta (“Bisturi”).